CERTIFICATO DI ABILITAZIONE

                                ACQUISTO ED UTILIZZO

                              PRODOTTI FITOSANITARI

EX PATENTINO FITOSANITARI
RILASCIO E RINNOVO

I FITOFARMACI denominati anche prodotti fitosanitari o agrofarmaci  sono tutti quei prodotti, di sintesi o naturali, che vengono utilizzati per combattere le principali avversità delle piante quali malattie infettive, fisiopatie, parassiti e fitofagi animali, piante infestanti.
Più frequentemente sono denominati anche pesticidi, termine tradotto dall’inglese pesticides, il cui uso in italiano è evocativo di una valenza negativa,  significato che in realtà tali prodotti non hanno in quanto, se impiegati correttamente, hanno come unica funzione quella di proteggere la salute della coltura e di garantirne la sopravvivenza.
Nella categoria dei fitofarmaci possono essere ricompresi:
• anticrittogamici (contrastano le malattie e/o alterazioni da funghi e batteri);
• nematocidi, insetticidi e acaricidi (combattono insetti e altri animali dannosi);
• diserbanti ed erbicidi (eliminano le malerbe);
• fitoregolatori (ormoni vegetali ed assimilabili);
• radicanti e bracchizzanti.

Il “Certificato di abilitazione all’acquisto e all’utilizzo” dei prodotti fitosanitari, questo il nome
corretto del patentino, rilasciato dalle Province alle persone maggiorenni, è personale, mantiene la sua validità su tutto il territorio nazionale per cinque anni e deve riportare i dati anagrafici e la foto dell’intestatario, la data di rilascio e quella di scadenza, oltre la quale deve essere rinnovato su richiesta del titolare.
A partire dal 26 novembre 2015 vengono però introdotte due importanti novità: il patentino
sarà indispensabile per acquistare tutti i prodotti fitosanitari destinati a un uso professionale, a prescindere dalla loro classificazione ed etichettatura di pericolo; chi non ne sarà in possesso potrà acquistare ed utilizzare solamente prodotti destinati a un uso non professionale.
Più nello specifico, fino alla data sopraindicata, il patentino è indispensabile per acquistare i prodotti fitosanitari classificati ed etichettati come molto tossici (T+), tossici (T) e nocivi (Xn).
Chi non è in possesso del patentino può acquistare i prodotti fitosanitari classificati ed etichettati come irritanti (Xi) e quelli non classificati (Nc) che possono anche riportare l’indicazione “Attenzione manipolare con prudenza”. Dovendo l’Italia transitare dal precedente sistema normativo alle nuove regole, sono fatte salve le abilitazioni all’acquisto, rilasciate e rinnovate prima dell’entrata in vigore del nuovo sistema di formazione. I patentini mantengono pertanto la loro validità fino alla scadenza naturale dei cinque anni e, alla scadenza, saranno rinnovati secondo le modalità previste dal Pan.

 

DESTINATARI
Il corso è rivolto ad ogni cittadino maggiorenne.

 

CORPO DOCENTE
Il corpo docente è composta da medici delle ASL locali ed agronomi.

 

QUOTA PARTECIPAZIONE
La quota per partecipare al corso è di € 200,00.

 

METODOLOGIA  Didattica
Lezioni frontali

 

DURATA E STRUTTURA

Il corso è articolato in tre giornate di formazione

 

 DATE CORSI:

9-10-11   novembre 2017

16-17-18 novembre 2017

 

SEDE
ATHENA AGENZIA FORMATIVA –

Via Marconi 69, 86170 Macchia d’Isernia

Tel.  0865/55298
Fax. 0865/802324
E-mail: athenaformazione2014@gmail.com

 

PROGRAMMA
MODULO 1
–      Normative che regolano il rilascio del patentino fitosanitario (soggetti abilitati al rilascio, durata).
–      Principali parassiti delle piante (insetti, acari, nematodi, batteri, funghi, virus).
–      Metodi di difesa (guidata, integrata, biologica).
–      Presidi sanitari (antiparassitari, diserbanti, fumiganti coadiuvanti, regolatori di crescita).
–      Meccanismi di azione dei presidi sanitari (citotropici, traslaminari, sistemici).

MODULO 2
–      Tossicità dei presidi sanitari (acuta, cronica).
–      Classi tossicologiche (molto tossiche o tossico, nocivo).
–      Definizione della dose letale (DL 50) e modalità di calcolo.
–      Tempo di carenza o intervallo di sicurezza.
–      Tempo di rientro.
–      Esatta conoscenza dei fitofarmaci attraverso le loro etichette (nome commerciale, principio attivo, classe tossicologica, settore d’impiego, fitotossicità, tempo di carenza, ecc.).

MODULO 3
–      Tutela ambientale.
–      Cenni decreto Ronchi.
–      Corretto smaltimento rifiuti.
–      Quaderno di campagna.
–      Manutenzione attrezzature.
–      Taratura delle attrezzature.

MODULO 4
–      Informazioni mediche.
–      Vie d’intossicazione (ingestione, inalazione, contatto).
–      Sintomi di intossicazione (perdita di conoscenza, nausea, vomito, diarrea, ecc.).
–      Cenni di pronto soccorso, prevenzione (mezzi di protezione individuali) sicurezza degli operatori.